Da un abbraccio a... un crowdfunding per Nicosia

Chi siamo

Silvia Battaglini

Silvia nasce a Pisa nel febbraio del 1965 e da allora vive a Calci.
Lavora da oltre venti anni al Museo di Storia Naturale e del Territorio dell’Università di Pisa, museo inserito nel magnifico complesso della Certosa di Pisa a Calci.
Per chi ama leggere i segni, si direbbe che i conventi abbiano un posto privilegiato nella sua vita; una volta conosciuto l’altro convento calcesano, quello di Nicosia, non l’ha più lasciato. Vi si è pure sposata!
Museologa, grafica e illustratrice, amante dell’arte e delle cose belle, dei viaggi, della vita semplice e dei cibi genuini, ha fondato con un gruppo di compagni di strada l’associazione “Nicosia nostra”, con la speranza di far rivivere il convento ormai abbandonato da tempo all’incuria e al vandalismo.


Patrizia Bernardini













Il mio nome è Patrizia Bernardini, sono nata a Pisa il 16/11/1959 e abito nella Valgraziosa da sempre, così come i parenti paterni. Ho conseguito il diploma di perito fisico presso l'istituto tecnico di Pisa, e ormai da grandissima (sette anni fa) ho frequentato un corso universitario di riconversione creditizia che mi ha permesso di conseguire la laurea di base in tecnico della prevenzione. Lavoro alla USL 5 di Pisa, dove svolgo l'attività di Tecnico della Prevenzione nel settore della sicurezza negli ambienti di lavoro. Un lavoro molto interessante che mi appassiona e che svolgo da 21 anni.
Sono un essere irrequieto al quale interessano tante cose e quindi sono impelagata in mille impegni di volontariato, Antincendio boschivo, Protezione civile, Azione cattolica, coro parrocchiano e l'Associazione Nicosia Nostra.
Ho una bellissima famiglia composta da me, mio marito Luca e i nostri due figli Jacopo e Carlotta.


Sandro Bernardini

Io, Sandro Bernardini, sono nato a Pisa nel lontano 1969.
Abito a Calci e mi sento calcesano da sempre anche se fino a 5 anno ho abitato a Vasto (CH) nel meraviglioso Abruzzo.
Fin da quando ho ricordi la musica ha scandito il ritmo delle mie giornate e dei sabato sera della mia infanzia, passati a carpire i segreti dei musicisti delle orchestrine di liscio, sulle quali note volteggiavano tutti gli altri componenti della famiglia.
Ora mi limito a torturare tutti gli strumenti che mi capitano a tiro e in particolar modo il mio amato pianoforte e la mia chitarra acustica. La maggiore occasione per coltivare questa insana attività mi viene fornita dal coro parrocchiale di Nicosia, che dal lontano 1990 mi ha accolto (e non è più riuscito a liberarsi del sottoscritto).
Faccio parte dell'Associazione di Volontariato di Antincendio boschivo e di Protezione civile G.V.A. "Logli Paolo".
Il cammino fatto in parrocchia e l'amore per Nicosia hanno dato vita a questa nuova avventura
nell'Associazione “Nicosia Nostra”. Insieme agli altri soci fondatori abbiamo realizzato questo stimolante ed entusiasmante progetto.
Con mio grande onore sono stato eletto presidente e spero di riuscire ad essere sempre utile ed efficace per l'associazione.
A Nicosia ho avuto la fortuna di incontrare Martina, con la quale condividiamo da quasi 20 anni molte passioni (tra cui Nicosia Nostra), ma soprattutto due stupendi bimbi (Marco e Anna) che organizzano la “movida” in casa Bernardini.
Quando comincio a parlare non smetto più...


Lucia Ferri













Lucia Ferri, nata nel 1963 a Calci (PI), divide il suo tempo fra il paese natale e Bologna dove attualmente lavora come impiegata presso una ditta privata.
E' una persona allegra a cui piace la compagnia e la buona tavola, si diletta anche in cucina con risultati apprezzabili.
Altre passioni, non sempre condivise da chi le sta vicino e dagli amici, sono i gatti (ne ha 10) e i cactus di cui possiede una bella varietà e quantità.
La sua vita è legata anche alla parrocchia di Nicosia che frequenta e dove si trova un convento ormai abbandonato da anni dai frati.
Nel corso degli anni ha assistito alla progressiva decadenza del luogo; dopo un periodo di "pensa e ripensa", insieme ad un gruppo di amici di vecchia data, ha pensato di dare vita all'Associazione Nicosia Nostra per riportare in "vita" il convento di Nicosia, abbandonato da anni all'incuria e al degrado.


Giulia Ghelardi

Giulia Ghelardi è nata a Cascina nell’ottobre del 1965.
La sua vita l’ha trascorsa fra Pisa, fino a 27 anni, e Marina di Pisa dove ha vissuto per altri 6 anni e qui si è accentuata ancora di più la sua passione per il sole e il mare. Dal 1998 risiede a Calci, per la precisione nella frazione di Nicosia, con il marito Gabriele e la figlia Francesca, ma durante il periodo estivo il richiamo del mare la riporta a Marina.
Da 24 anni lavora in una società di informatica di Pisa ma, non completamente appagata da questo, si è complicata la vita nel seguire in giro per la Toscana la figlia che gioca in una squadra di basket, nel seguire un corso di fotografia e infine nel simpatizzare e lavorate attivamente nell’Associazione Nicosia Nostra.
Vi sembra sufficiente? Naturalmente no perché non perde occasione di stare a contatto con la natura, dare una mano al padre che coltiva un piccolo appezzamento di terreno e fotografare tutto quello che gli capita a tiro.
Una cosa che non ama: leggere a voce alta di fronte agli altri.


Bruna Lupetti

Arrivo anch’io. Sono Bruna e sono calcesana dalla nascita (nell’ormai lontano 1944). 
A tre anni sono stata “prestata” a degli zii, a San Piero a Grado, dove sono rimasta per tredici anni. Tornata poi con decisione a Calci ho lavorato come impiegata dal 1962 al 1999: negli ultimi anni presso il Museo di Storia Naturale e del Territorio nella Certosa del mio paese, alla quale ho dedicato anche il mio primo libro. Da allora ne sono stati “partoriti” altri due e il quarto è in gestazione.
Evidentemente anche a me i conventi fanno uno strano effetto, strano però fino ad un certo punto: mi ci sento bene, mi ci ricarico, anche se sono in stato di abbandono come Nicosia o come era la Certosa quando vi sono approdata.
Sono sposata con Umberto da 47 anni, ho due figlie (Silvia e Laura) e un nipote (Michele).
Siccome le mie “passioni” sono infinite, dico sempre che mi servirebbero dieci vite per poter fare tutto quello che mi viene in mente, mentre le mie figlie dicono che, se avessi un castello, riuscirei a riempire anche quello per tutto ciò che raccolgo. Fra le diverse cose che mi appassionano c’è la pittura: dipingo infatti le pietre, con soggetti vari, ma non disdegno la tela o qualsiasi altro materiale su cui si possa dipingere. La vita parrocchiale a Nicosia, che frequento ormai da decenni, ha dato il là alla formazione dell’associazione Nicosia nostra, all’idea della quale ho subito aderito con entusiasmo.


Libera Lupetti













Mi chiamo Libera Lupetti. Risiedo a Calci da sempre. Sono pensionata e faccio la nonna a tempo pieno. Amo la natura e mi piacciono tutte le cose creative, tra cui la pittura, ma non solo.
Purtroppo per mancanza di tempo, date le situazioni familiari capitate nella mia vita, ho sempre troppo poco tempo da dedicare a queste mie passioni.
Sono la più “grande” fra i soci fondatori di “Nicosia nostra” e forse sono la meno capace di imbastire attività che non siano legate alla manualità, però in questo campo mi sbizzarrisco e trovo sempre qualcosa da fare. Tutto questo mi stimola e mi entusiasma.
Sono molto convinta in queste mie attività perché sento che Nicosia è un luogo di pace; e poi anche perché le persone che compongono l’associazione sono tutte concrete, molto motivate e piene di valori.


Silvia Meneghini

Sono nata a Pisa, sotto il segno dei Gemelli, il 25 maggio del 1971.
Calci è il paese che mi ha accolto e che non ho mai lasciato. E’ il luogo che amo di più e che non cambierei con alcun altro al mondo.
Il mio legame con Nicosia ha inizio quando avevo appena un mese, nel giorno del mio battesimo; durante gli anni della mia infanzia e della mia adolescenza la chiesa e il convento sono stati un prezioso punto di riferimento.
L’arte, la danza, la musica e il teatro (la mia grande passione, coltivata per ben otto anni), son da sempre importanti elementi della mia vita.
E infatti, dopo anni di peregrinazioni universitarie, intellettuali, artistiche e ludiche, passati lontano da Nicosia, circa 3 anni fa sono entrata a far parte dell’associazione ed è stato un po’ come “tornare alle origini”. Partecipare alle attività che l’associazione porta avanti mi ha permesso di riallacciare relazioni con persone e luoghi che avevo perso negli anni. E vi pare poco?


Martina Pizzi













Da ben 35 anni abito a Calci, ma non avendo parenti qui, sono ancora una "piovuta". Sono comunque innamorata di questo paese, della sua storia e dei suoi luoghi.
Da sempre sono appassionata di storia, sia quella dalla s maiuscola, sia quella dei piccoli fatti e delle piccole persone.
Forse è per questo che mi sono laureata in Archeologia; mi è sempre piaciuto scoprire, curiosare e cercare di risalire dagli oggetti e dai luoghi alle storie e alle vicissitudini delle persone e dei luoghi.
Nel fondare l'associazione Nicosia Nostra, insieme ad altri compagni di viaggio, ho cercato di dar vita ad un qualcosa che si prendesse cura di Nicosia, soprattutto del convento, e che riuscisse a farlo rivivere da tutti, di nuovo.
Nella mia vita però, tre tesori li ho già scoperti: Sandro, mio marito e Marco e Anna, il mio sole e la mia luna.


Stefano_p













Stefano nasce a Pisa nel 1976 alle 6 e 17 di mattina, dopo 13 ore e mezzo di travaglio. Fuori fa freddo e piove.
All'età di 11 anni la famiglia si trasferisce in campagna, a Calci, luogo di origine del ramo materno.
A Nicosia arriva nel '94, in seguito ad una divagazione cattolico-parrocchiale che durerà fino al 2002. Ma anche dopo aver chiuso con le questioni religiose rimane comunque legato al luogo, che tanti ricordi lieti gli suscita. Con entusiasmo si unisce agli altri fondatori dell'associazione.
Persona dagli sconfinati interessi, si occupa principalmente di fotografia, colture succulente e più in generale di tutto ciò che può rendere sopportabile il vivere quotidiano.
Di mestiere mette su la buzza ad un banchino (precario) in un laboratorio del CNR, come ingegnere biomedico. Porta il 43 di scarpe.
Tra le altre cose è pure l'Onnipotente Administrator di questo sito.











Nessun commento:

Posta un commento