Da un abbraccio a... un crowdfunding per Nicosia

lunedì 16 aprile 2018

Il bosco ringrazia!

"Le camelie del chiostro", 14 e 15 aprile 2018.

Un posto brevissimo dopo le fatiche e le gioie della festa.
Il taglio del nastro per l'inaugurazione del bosco recuperato, alla presenza di Sandro Bernardini e Bruna Lupetti Battaglini (in ordine presidente e vice presidente dell'associazione Nicosia nostra), di Massimiliano Ghimenti (sindaco del Comune di Calci) e di tantissime altre persone.
In questa immagine di Ennio Gioè la gioia di una comunità che ama il suo territorio e l'atmosfera che Nicosia in primavera sa dare, con le sue camelie, le sue genti, i suoi sorrisi e la sua rinascita.
Grazie a tutti!


martedì 20 marzo 2018

"Le camelie del chiostro", 12° edizione. 14 e 15 aprile 2018, Nicosia di Calci


La  camelia, da sempre simbolo di bellezza e di esotico, è stata ed è tutt’oggi elemento essenziale in molti parchi di ville signorili, come pure in giardini di serene case coloniche sparse nella campagna e in chiostri e orti di conventi e monasteri.
Anche il chiostro del convento di Nicosia, assieme agli agrumi, offre due secolari piante di camelie, una a fiore rosa e l’altra a fiore bianco, che in primavera si mostrano nel loro magico splendore.

Come la natura che esplode dopo il torpore invernale, anche Nicosia si veste di nuovo e racconta il suo risveglio primaverile.

E quest’anno lo fa con una grande novità: l’inaugurazione del bosco, recuperato e messo in sicurezza grazie al progetto di crowdfunding al quale moltissime persone hanno aderito.

Il bosco recuperato sarà inaugurato e aperto a tutti sabato pomeriggio. Questo importante momento racconta ancora una volta quanto le persone amino questo luogo e quanto sia forte e profondo il legame con il convento e con il territorio che lo circonda.

L’idea della raccolta fondi per il recupero del bosco era nata da un sogno di cui tutti siamo stati protagonisti: partire da piccoli ma importanti passi per far rivivere Nicosia e i suoi spazi, a iniziare da quelli esterni.
Così è stato.
Dopo il recupero e la messa in sicurezza, sarà possibile passeggiare in un ambiente di grande valore paesaggistico, storico e ambientale, in quanto questo bosco rappresenta uno dei rari esempi rimasti di foresta relitta mediterranea, a testimonianza di come un tempo fosse  rivestito il Monte Pisano.

Il bosco, reso nuovamente fruibile, segnerà così il primo passo per un recupero di Nicosia che, anche  grazie  all’importante  notizia  di finanziamento del MIBACT arrivata di recente, diventa adesso più concreto e possibile.
Si può iniziare da piccole cose, ma un passo dopo l’altro si può andare lontano. E insieme possiamo farcela!

Nel depliant il programma completo della manifestazione, con itinerari guidati alla scoperta di Nicosia e del territorio calcesano, esposizione di camelie presenti nel territorio, gioco per tutti “Una camelia tira l’altra”, musica, mostre, video e installazioni, laboratori creativi per bambini e molto altro.
Se volete, potete seguirci anche sulla pagina fb dell'associazione: https://www.facebook.com/associazionenicosianostra/
E sull'evento fb: https://www.facebook.com/events/215395579021250/

Vi aspettiamo! Come sempre, sarete i benvenuti.




lunedì 21 agosto 2017

Un grazie di cuore!

Come sapete le ricompense legate al progetto "Da un abbraccio a... un crowdfunding per Nicosia" erano varie: da un semplice ma importante "grazie" sulla pagina fb e sul sito dell'associazione alla borsa in cotone, dall'opuscolo e dalla pubblicazione a stampe in b/n di grande formato su Nicosia, dalla visita guidata alla cena suggestiva al convento.

Oggi iniziamo con il dire "GRAZIE" a maria Luisa Galli, Antonio Tono, Marion Artei, Estella Marroni, Azzurra Mazzocchi, Riccardo Faraoni, Heather Mc Reynolds, Francesco Cei, Laura Martini, Mirella Spada, Lucia Possenti, Davide Tosi.


Grazie di cuore, davvero.





giovedì 20 luglio 2017

Nicosia: musica in festa d'estate.





La sera di sabato 29 luglio 2017 a Nicosia torna il consueto evento estivo, che quest'anno porterà il nome “Nicosia: musica in festa d'estate”, per continuare - tutti insieme - ad abbracciare Nicosia e la sua bellezza.

Salendo a piedi al convento respireremo l'aria della festa, fatta di luci, suoni e profumi d'estate.

Dalle 19.00, per chi vuole, sarà possibile allestire un pic-nic, per gustare il piacere del trovarsi insieme attorno a una tavola imbandita sul prato.
Portate quello che più vi piace: qui troverete un bell'oliveto ad accogliervi. E se volete anche lo street food de Il Furgoncino giallo con i suoi panini, la Fattoria San Vito con i suoi vini, le birre dell'Orzo bruno e il caffè.

Il tema della festa saranno gli anni '50 in Italia: saremo immersi in questa un'atmosfera fatta di musica, ricordi e ambienti di quegli anni, aria di campagna e file di lampadine sospese.
Per rendere più bella e coinvolgente la serata chiediamo a chi vuole di partecipare all'evento in abiti anni '50. Durante la serata sarà premiato l'abito più bello, originale, creativo e attinente.

Potrete inoltre vedere o rivivere le emozioni e i ricordi dell'evento primaverile, grazie ai video relativi a “Le camelie del chiostro” e al crowdfunding.

Dalle 21.00, sotto il cielo stellato, gli Avanretrò proporranno un viaggio in musica attraverso la canzone d'autore dal nord fino al sud.
Bernardo “Nando” Sommani, voce e chitarra, Matteo “Toni” Bonti contrabbasso, Mauro “Nick” La Mancusa, cornetta, percussioni e cori, Pietro “Ciccio” Borsò, batteria, rielaboreranno con freschezza grandi classici di Spadaro, Modugno, Carosone, Buscaglione e molti altri.o in musica attraverso la canzone d'autore dal nord fino al sud, rielaborando con freschezza grandi classici di Spadaro, Modugno, Carosone, Buscaglione e molti altri.

Portate con voi la voglia di respirare l'allegria e la serenità di questa serata estiva che unisce più piaceri e più bellezze, e che invita alla leggerezza e al riannodare i fili della memoria che legano il convento al territorio.
Vi aspettiamo! Come sempre sarete i benvenuti.

(Evento organizzato dall'associazione Nicosia nostra con il patrocinio del Comune di Calci)



venerdì 21 aprile 2017

Grazie!




Le camelie di carta (foto di Bruna Lupetti Battaglini)

Per le tantissime persone che, con grande disponibilità ed entusiasmo, hanno collaborato in vario modo alla riuscita dell'undicesima edizione de "Le camelie del chiostro".


Carissimi tutti,
abbiamo tardato a farci sentire, ma non potevamo non scrivervi dopo l'aiuto che ci avete dato.
Dopo ogni festa, dopo che tutto è stato rimesso a posto, le luci si sono spente e le persone se ne sono andate, a Nicosia resta solo il silenzio e il ricordo di suoni, di voci, di colori, di sguardi e di passi che l'hanno attraversata.
Ormai lo abbiamo imparato, ormai lo sappiamo: ogni anno la festa ha un sapore nuovo, un'emozione diversa, ogni anno più intensa, con le sue bellezze, gli addobbi e le installazioni.
Ma il bello di Nicosia e dei suoi eventi sono soprattutto le persone: alcune, le stesse, che ogni anno partecipano come per onorare una tradizione, altre, tante, nuove e diverse.
E ci siete voi, alcuni già parte della "squadra", altri che per la prima volta hanno deciso di venirci ad aiutare per condividere con noi la fatica, le risate, le emozioni e la gioia di vedere realizzato quello che volevamo.
E' per questo che vi scriviamo, per questo vi diciamo grazie. Grazie per esserci stati e per aver contribuito a rendere tutto speciale e unico.
Stiamo pensando ad un momento da regalarvi e regalarci per festeggiare insieme e sarà molto presto.
Ma prima abbiamo bisogno ancora un pochino di voi.
Scriveteci le vostre impressioni su come è andata, cosa ha funzionato, cosa no, su cosa si può migliorare, aggiungere, cambiare. La vostra voce sarà un importante elemento di confronto.
Se poi avete foto e/o video dei giorni di allestimento e festa, ce le potete mandare? 
Infine, vi chiediamo di aiutarci a divulgare il più possibile la raccolta di fondi online perchè il progetto diventi realtà. 
Ecco il link che potete usare e inviare a chi volete https://www.produzionidalbasso.com/project/da-un-abbraccio-a-un-crowdfunding-per-nicosia/ 
Di nuovo grazie e un abbraccio,
l'associazione Nicosia nostra

lunedì 20 febbraio 2017

"Le camelie del chiostro", 11° edizione. 1 e 2 aprile, Nicosia di Calci

Uno scatto della decima edizione

“Le camelie del chiostro”, evento che si svolge a Nicosia di Calci (Pisa) in primavera, in occasione della fioritura delle due secolari piante di camelia che crescono nel chiostro del convento, giunge quest'anno alla sua undicesima edizione.

Come da tradizione non mancheranno l'esposizione delle camelie del territorio, gli itinerari guidati a Nicosia e sul territorio, il pic-nic nell'oliveto del convento, le installazioni, i video, i laboratori per i bambini, la merenda, la musica e grandi sorprese che scoprirete solo venendo alla festa.
L'evento sarà, come l'abbraccio dello scorso anno, un segno di amore, di cura e di interesse collettivo, di coinvolgimento e di sensibilizzazione verso il convento di Nicosia.

Infatti con l'undicesima edizione de “Le camelie del chiostro” presentiamo e diamo il via a un progetto di crowdfunding (di cui potete leggere i dettagli in basso), che desidera essere un modo concreto di abbracciare Nicosia.

Per maggiori informazioni potete scrivere a nicosianostra@gmail.com e seguirci, oltre che qui, anche sulla pagina facebook “associazione Nicosia nostra”.
Vi aspettiamo. Come sempre sarete i benvenuti!


Qui il depliant con il programma completo.
 




Crowdfunding

Un progetto di crowdfunding è un progetto che parte dalle persone, un progetto nel quale le persone fanno la differenza e possono cambiare veramente le cose. Sei solo tu, sostenitore, a decidere se il progetto avrà successo!

Grazie alla richiesta del Comune di Calci al Demanio per l'acquisizione in concessione temporanea degli spazi esterni e del lazzeretto del convento di Sant’Agostino in Nicosia, l'associazione Nicosia nostra, con il sostegno del Comune di Calci, promuove un progetto di crowdfunding (raccolta fondi online) per Nicosia.

Da sempre sono molte le persone che amano questo luogo.
Dopo l’evento “Abbracciamo Nicosia” dello scorso anno oltre 1500 persone hanno dimostrato, ancora una volta, quanto forte e profondo sia il legame con il convento e con il territorio che lo circonda.

Da qui l'idea del crowdfunding che ci vede tutti protagonisti di un sogno: partire da piccoli ma importanti passi per far rivivere Nicosia e i suoi spazi, a iniziare da quelli esterni.
Come primo passo il progetto prevede il recupero, la messa in sicurezza e la conseguente fruibilità di una porzione di bosco intorno al convento. L'area dell'intervento è importante per il suo valore ambientale e paesaggistico, in quanto rappresenta uno dei rarissimi esempi rimasti di foresta relitta mediterranea, a testimonianza di come un tempo fosse rivestito il Monte Pisano.
Il secondo passo del progetto prevede il completamento dell'illuminazione pubblica di via di Nicosia (attualmente illuminata solo in parte) e la riqualificazione dell'area pubblica di fronte all'accesso del complesso di Nicosia, con il ripristino delle zone lastricate e dell'acciottolato, il rifacimento della parte carrabile con calcestruzzo architettonico (dove non possibile il recupero del preesistente), il ripristino e la creazione di idonee pendenze per la regimazione dell'acqua piovana e il restauro dell'edicola. Questa l’idea generale: ovviamente la realizzazione del progetto sarà effettuata nel pieno rispetto delle procedure e delle prescrizioni di tutti gli Enti preposti.

Con l'undicesima edizione de “Le camelie del chiostro” presentiamo e diamo il via a questa nuova e importante avventura, che desidera essere un modo concreto di abbracciare Nicosia, un segno di amore, di cura e di interesse di tutta una comunità che si sente coinvolta in prima persona. Perchè è vero, possiamo farcela solo insieme.

Locandina della festa



 





venerdì 12 agosto 2016

Nicosia abbraccia l'estate! Grazie a tutti.

foto di Elisabetta Rizzo

Un grande successo è stata la serata al Convento di Sant’Agostino a Nicosia, Calci (PI) di sabato 30 luglio. L’evento estivo, organizzato dall'associazione Nicosia nostra con il patrocinio del Comune di Calci, ha richiamato moltissime persone.

Iniziato con un pic-nic collettivo nell'oliveto del convento - accompagnato da panzanella e pesche col vino, e da birra e vino prodotti nel territorio - è poi proseguito con un concerto del “Nico Gori Jazz Trio”.
In una cornice di installazioni a tema agreste e proiezioni di video sul territorio calcesano e sulla giornata del 10 aprile - quando ci fu il grande abbraccio al convento - le persone hanno potuto godere delle note magicamente suonate da Nico Gori al sax e clarinetto, Matteo Anelli al contrabbasso e Bernardo Guerra alla batteria.

La festa - come detto da diverse persone colpite dalla serenità del luogo e dalla vita che, per una sera, hanno illuminato il convento - ha avuto il sapore delle semplici e buone cose d’un tempo: profumi d'estate, tavole imbandite sul prato, grano, fiori di campo, file di lampadine sospese, buona musica, sorrisi, cielo stellato.

In queste parole ci piace riconoscere l'obiettivo dell'associazione - “riannodare i fili della memoria che legano il convento al territorio” - e ringraziare tutte le persone che in questa notte di mezza estate hanno goduto della bellezza e della magia di Nicosia.

Con questo evento l’associazione ha rinnovato quello che ormai è il tradizionale appuntamento estivo; da adesso con la “eventuale ulteriore responsabilità legata alla progettazione dell’uso degli spazi che il Demanio potrebbe concedere in gestione al Comune di Calci, a seguito della richiesta effettuata dall’amministrazione comunale e sostenuta dalle associazioni del territorio calcesano tra le quali la stessa Nicosia nostra”, come ricordato da Sandro Bernardini, presidente dell’associazione.